- CCSA

Vai ai contenuti

Menu principale:

Testi
1093-2093 Da "La Princesse d'Amalfi" a Re Sekhu del 'day after'
 

Da "La Princesse d'Amalfi" a Re Sekhu del 'day after'

Dopo le mostre bibliografiche e documentarie dedicate ai "Paesaggi dell'anima", alla "Fuga dalla storia" degli esuli dai totalitarismi e all'indomani della presentazione della colorita società amalfitana del primo Novecento nei ricordi di Gaetano Afeltra, continua il viaggio nell'immaginario Costa d'Amalfi.

La mostra si configura come la quarta tappa dell'iter dedicato all'esplorazione della percezione letteraria ed artistica della Costa negli scritti di autori stranieri fra l'Otto e il Novecento. Misteriore duchesse e fascinose principesse, amanti segreti e latin lover, inquietanti fantasmi, sedute spiritiche e reincarnazioni, sollevazioni di massa e utopie politiche, dittature planetarie e diluvi universali e, ancora, frane, alluvioni, la terza guerra mondiale e persino il 'day after' postnucleare trovano posto sullo sfondo dello scenario, solo illusoriamente rasserenante, della incomparabile bellezza di una terra 'Patrimonio dell'Umanità'.

Molteplici le chiavi di lettura di questo caotico ed eccentrico caleidoscopio di suggestioni del fantastico. La mostra vuole essere un invito ad un intrigante full immersion nel variegato e mutevole panorama d'immagini letterarie legate al territorio della Costa per tentare di carpirne le dinamiche percettive sottese ad una labirintica e avvincente 'nicchia' dello sconfinato mondo della narrazione mai prima considerata con sguardo critico d'insieme.

 
Cerca
Torna ai contenuti | Torna al menu