- CCSA

Vai ai contenuti

Menu principale:

Testi
Giuseppe FIENGO, Il Duomo di Amalfi. Restauro ottocentesco della facciata. Amalfi 1991, pp. 199, ill.
 

Giuseppe FIENGO, Il Duomo di Amalfi. Restauro ottocentesco della facciata. Amalfi 1991, pp. 199, ill.

Il centenario dell'inaugurazione ufficiale della ricostruita facciata del duomo di Amalfi (1891-1991) è l'occasione per compiere, con l'ausilio dei ricchi e inediti carteggi custoditi negli archivi centrale dello Stato e comunale, una lettura critica e complessiva del restauro, uno dei primi proposti al ministero dei Lavori Pubblici dell'Italia unita, fino ad oggi meglio illustrato dalle cronache dei giornali coevi che dalle scarne e generalmente inesatte note degli storici successivi.

E per tal via, dato il grande interesse storico-artistico del monumento in causa, la notorietà europea dei progettisti impegnati, la partecipazione al dibattito di eminenti personalità del mondo professionale, della politica, della dirigenza statale e della cultura, l'importante ruolo svolto da istituzioni pubbliche, quali, ad esempio, la Prefettura ed il Genio Civile di Salerno, vari ministeri, l'Accademia di Belle Arti, il Museo artistico industriale e il Genio Civile di Napoli, il caso amalfitano finisce inevitabilmente per fornire lo spaccato di un delicato trentennio (1861-1891) di storia della conservazione dei beni culturali del nostro Paese.

 
Cerca
Torna ai contenuti | Torna al menu